Fellowship Marco Praloran – Fondazione Ezio Franceschini (Firenze)/Université de Lausanne

Il progetto indaga le forme metriche dei primi secoli della poesia italiana, e si propone di capire come poeti attivi in ambienti differenziati per cultura e tradizione impiegavano e interpretavano tali forme. Considerata la scarsità delle indicazioni ricavabili dalla trattatistica antica, le norme valide fra Due e Trecento vanno in gran parte ricavate da un’attenta analisi delle abitudini metriche implicite, distinguendo autore da autore e ambiente da ambiente, anche in ragione del vario rapporto con la tradizione romanza precedente.

L’incarico di ricerca, assegnato sulla base di un concorso bandito ogni due anni, è finanziato per il primo anno dalla Fondazione Ezio Franceschini di Firenze e per il secondo dall’Université de Lausanne.

Durata del progetto: 01.09.2013-31.07.2015

 Ricercatrice: Maria Clotilde Camboni

http://www.fefonlus.it/index.php?option=com_k2&view=item&layout=item&id=625&Itemid=242&lang=it).

File PDF del Progetto